DestinazioniSmart Working ai Caraibi: come lavorare da remoto a Barbados

30/07/20200

Il Primo Ministro di Barbados, Mia Amor Mottley, per rilanciare il turismo offre un visto di 12 mesi a tutti coloro che decidono di lavorare in smart working sull’Isola Caraibica

Barbados è l’isola più orientale dei Caraibi facente parte dell’arcipelago delle Piccole Antille. Si tratta di un’isola tropicale situata tra il Mar dei Caraibi (a ovest) e l’Oceano Atlantico (a est). E’ caratterizzata da spiagge bianchissime, acque cristalline ma è anche ricca di storia grazie a musei e più di mille chiese dove assistere a messe gospel.

Si dice che il suo nome sia stato scelto da un esploratore portoghese che decise di chiamarla “Os Barbados”, ovvero i barbuti, per via della somiglianza delle radici degli alberi di ficus che crescono sull’isola a folte barbe.

L’Isola è stata dominata per oltre 300 anni dai britannici e per questo viene definita “Piccola Inghilterra”. Qui è infatti possibile trovare sia grattacieli in stile moderno che case, bar e ristoranti in stile caraibico che tengono vive le tradizioni della popolazione. Barbados è anche il paese da cui ha origine il rum, per questo sull’isola ci sono un’infinità di negozi che lo vendono.

Curiosità: Barbados ha reso omaggio agli abitanti centenari dedicandogli un francobollo.

La capitale è Bridgetown, centro economico e turistico dell’Isola. Originariamente veniva  chiamata Indian Bridge per via di un ponte costruito dagli Indiani d’America sul canale che divide la città: il Careenage. In seguito venne cambiato il nome in Town of San Michel e infine nel nome che usiamo tuttora.

Non esiste una stagione delle piogge e la posizione fa sì che non sia soggetta a uragani. La temperatura media si aggira tra i  27°C e i 31°C e perciò è una destinazione perfetta per essere vissuta tutto l’anno tenendo conto anche che a Barbados viene organizzato almeno un festival al mese!

Ogni costa è unica rispetto alle altre, ad esempio la costa sud è caratterizzata da spiagge strette e profonde mentre nella costa ovest è possibile ammirare la barriera corallina facendo snorkeling o un’escursione in catamarano.

 

 

Ammettiamolo, chi non ha mai desiderato vivere e lavorare in un paradiso terrestre? Magari in spiaggia e con un drink in mano… Ecco, a Barbados si può!

 

Avendo sistemazioni adatte ad ogni tipologia di turista, assistenza sanitaria gratuita e la fibra più veloce dei Caraibi, Barbados è perfetta per lavorare da remoto.

Per vivere come un vero bajan per un anno intero è necessario richiedere il visto di benvenuto. Per ottenerlo bisogna collegarsi al sito cliccando qui e caricare i documenti richiesti, ovvero:

  • Fotografia formato tessera
  • Pagina dei dati biografici del passaporto
  • Certificato di nascita (se stesso/coniuge/figli)
  • Prova della relazione di persone a carico

Dopo l’approvazione vengono applicate le seguenti commissioni non rimborsabili:

  • Individuale – $ 2.000,00 USD
  • Pacchetto famiglia – $ 3.000,00 USD

 

 

Cosa aspettate? Se invece volete semplicemente visitare l’Isola di Barbados non esitate a contattarci!

Condividi sui social

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: