DestinazioniBreve storia della Route 66

28/05/20200

Chi non ha mai sognato di percorrere la Route 66 almeno una volta nella vita?

La Route 66, chiamata anche United States Route 66, è lunga ben 3775 km e permette di attraversare gli United States da est a ovest o viceversa.
Venne inaugurata l’11 novembre 1926 e fu una delle prime highway federali che, grazie al traffico di persone generato, aiutò le comunità che si trovavano lungo il suo percorso.

Negli anni ’30 servì anche per le persone che durante la Grande Depressione persero il lavoro e che quindi dovettero spostarsi per cercarne uno nuovo e successivamente per coloro che si spostavano per le vacanze.

La Route 66 è stata il primo collegamento tra le due coste degli Stati Uniti, quella orientale e quella occidentale.

Conosciuta anche come Mother Road of America, attraversa 8 stati:

– Illinois
– Missouri
– Kansas
– Oklahoma
– Texas
– New Mexico
– Arizona
– California

Il suo percorso inizia convenzionalmente in Illinois, più precisamente a Chicago, con il cartello “Begin Historic Route 66” e termina in California, al Santa Monica Pier, con il cartello “Historic Route 66 End of the Trail”.

Proprio su questa strada costeggiata da attrazioni commerciali fu inventato il primo drive-in a Springfield e il primo McDonald’s a San Bernardino.

Dopo che nel 1956 il Presidente degli Stati Uniti Dwight D. Eisenhower firmò il Federal-Aid Highway Act, la Route 66 venne però rimossa dalla lista delle Highway ufficiali e sostituita dall’Interstate Highway System.

Nel 1990 lo Stato del Missouri la dichiarò “strada di interesse storico”, prese il nome di Historic Route 66 e tornò sulle mappe. Oggi esiste con circa l’80% del percorso originale e la si può quindi percorrere a tratti.

Condividi sui social

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: