DestinazioniYellowstone National Park: quando andare e cosa fare

16/04/20200

Come visitare il Parco Nazionale di Yellowstone tra geyser, grizzly e natura selvaggia

Lo Yellowstone National Park è situato principalmente in Wyoming a nord-ovest ma sconfina anche nel Montana a nord e nell’Idaho a ovest. Si tratta di circa 9.000km² di geyser (più di 300), montagne e canyon, foreste, laghi e fiumi.

 

E’ stata la prima riserva naturale ad essere stata dichiarata Parco Nazionale dal Congresso degli Stati Uniti e dall’allora presidente Ulysses S. Grant l’1 marzo 1872. E’ anche Patrimonio UNESCO dal 1978.

Deve il suo nome “pietra gialla” allo zolfo presente al suo interno. Il parco si trova infatti sopra la Caldera di Yellowstone, il più grande supervulcano del continente americano.

 

 

Il Parco è diviso principalmente in 5 aree:

  1. CANYON COUNTRY (NORD-EST): dove si trovano il Grand Canyon profondo 400m scavato dal fiume Yellowstone e la cascata Lower;
  2. MAMMOTH COUNTRY (NORD-OVEST): zona ricca di sorgenti termali;
  3. ROOSEVELT COUNTRY (CENTRO-OVEST)
  4. GEYSER COUNTRY (SUD-OVEST): dove si trova l’Old Faithful, uno dei geyser più conosciuti al mondo con i suoi 55m di getto;
  5. LAKE COUNTRY (SUD-EST): zona attorno al lago Yellowstone, uno dei più grandi laghi ad alta quota del Nord America.

 

Il parco Jellystone, casa dei famosi orsi Yoghi e Bubu, prende ispirazione per il nome e per gli scenari proprio dallo Yellowstone National Park!

Il modo migliore per visitare il Parco è senza dubbio l’automobile date le distanze tra le diverse attrazioni. E’ possibile seguire la strada principale lunga più di 200km: la Grand Loop Road. Per visitare l’intero Parco non è sufficiente un giorno solo, consigliamo di dedicargliene almeno un paio.

Il parco dispone di 5 entrate, di cui 2 sono nel Wyoming e 3 nel Montana. Nello specifico l’ingresso a nord (Gardiner, Montana) è l’unica entrata aperta tutto l’anno, l’ingresso a sud (Jackson, Wyoming) passa dal Grand Teton National Park, l’ingresso a nord-est (Cooke City, Montana), l’ingresso a est (Cody, Wyoming) è l’entrata più comoda per visitare lo Yellowstone Lake e l’ingresso a ovest (West Yellowstone, Montana) è perfetto per ammirare i geyser.

Come già accennato, in inverno quasi tutti gli accessi sono chiusi e l’unico modo per muoversi all’interno del Parco sono gli sci o le motoslitte. Yellowstone comincia a riaprire i propri ingressi verso aprile anche se, date le piogge e le possibili nevicate, non è tra i periodi migliori per visitarlo. I mesi con il clima migliore sono sicuramente luglio e agosto, per questo motivo il Parco si riempie di turisti e i prezzi sono più alti.

Il periodo ideale quindi potrebbe essere l’autunno ma verso metà ottobre le strutture ricettive della zona iniziano a chiudere perciò è sempre consigliato consultare il sito ufficiale, soprattutto per quanto riguarda l’apertura degli ingressi.

In ogni stagione è possibile incontrare numerosi animali tra cui alci, bisonti, lupi, grizzly, puma e altri ancora. Di conseguenza è molto importante sapere come comportarsi per non disturbare la fauna selvatica e per non mettersi in pericolo. Cliccando qui potete trovare tutte le azioni da fare ma soprattutto da NON FARE per rispetto del Parco.

Condividi sui social

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: